Il Gruppo Volkswagen rafforza la propria posizione sullo sviluppo di vetture elettriche

Berlino/Wolfsburg, 16 dicembre 2016. Il Gruppo Volkswagen ha acquisito una quota
della piattaforma di eRoaming Hubject GmbH. Con l’investimento strategico nella
Società con sede a Berlino, dall’inizio del 2017 il principale Costruttore automobilistico europeo porterà avanti l’interconnessione digitale delle stazioni di ricarica per i veicoli elettrici, contribuendo anche all’espansione e internazionalizzazione di Hubject GmbH insieme ai soci fondatori.

2016-audi-r8-e-tron-12 [contact-form][contact-field label=’Nome’ type=’name’ required=’1’/][contact-field label=’E-mail’ type=’email’ required=’1’/][contact-field label=’Sito web’ type=’url’/][contact-field label=’Commento’ type=’textarea’ required=’1’/][/contact-form]
Uno dei requisiti per incrementare il consenso nei confronti della mobilità elettrica – oltre a un’adeguata offerta di modelli – è un’infrastruttura di ricarica ben sviluppata, con un sistema di pagamento internazionale che sia il più semplice possibile. Hubject, fondata nel
2012 da BMW, Bosch, Daimler, EnBW, innogy e Siemens, consente ai conducenti di auto
elettriche un facile accesso a stazioni di ricarica e modalità di pagamento. Quasi 40.000
punti di ricarica in tre Continenti sono già disponibili su questa piattaforma.
Nel 2013 Hubject ha lanciato “intercharge”, una soluzione che include il coinvolgimento di
diversi fornitori e Paesi per ricaricare veicoli elettrici attraverso la propria piattaforma di
eRoaming, con l’obiettivo di interconnettere soluzioni indipendenti dell’infrastruttura di
ricarica. Investendo in Hubject, leader del mercato eRoaming, il Gruppo Volkswagen
sottolinea il proprio impegno nel rendere accessibile la mobilità elettrica ai Clienti del
mercato di massa e nell’ampliare di conseguenza l’infrastruttura.
“Ci siamo posti l’obiettivo di diventare un provider di riferimento a livello globale nel campo
della mobilità sostenibile. Con l’investimento in Hubject sosteniamo la trasformazione
digitale e diamo un importante contributo alla transizione verso l’era della mobilità
elettrica” ha dichiarato Thomas Sedran, Responsabile della Strategia del Gruppo
Volkswagen. Nell’ambito della “TOGETHER – Strategy 2025”, il Gruppo prevede di
lanciare 30 nuovi veicoli elettrici entro il 2025.
Thomas Daiber, CEO di Hubject GmbH, e i sei soci fondatori accolgono con soddisfazione
la partecipazione del Gruppo Volkswagen: “Perché ci sia la svolta, e per una diffusione più
rapida delle vetture elettriche, la ricarica deve diventare più agevole per i Clienti.
Lavoreremo intensamente, insieme al nostro nuovo azionista, per portare avanti
l’interconnessione dell’infrastruttura di ricarica”.
Christian Hahn, CEO di Hubject GmbH, ha aggiunto: “Ora possiamo contare su sette
azionisti forti provenienti da tre settori; è il punto di partenza ideale per perseguire
sistematicamente il nostro percorso di crescita nell’ambito della mobilità elettrica.
Siamo entusiasti di questa collaborazione orientata al futuro con il Gruppo
Volkswagen. E rimaniamo aperti ad accogliere ulteriori nuovi soci internazionali in
futuro”.

Scopriamo nel dettaglio “chi è” Hubject GmbH

La società è stata fondata nel 2012 su iniziativa dei Costruttori automobilistici BMW e Daimler, dei provider di energia EnBW e innogy e delle Aziende tecnologiche Bosch e Siemens. La piattaforma eRoaming della Società connette in tempo reale gestori di stazioni di ricarica e fornitori di servizi di mobilità elettrica, in modo da fornire ai conducenti di auto elettriche un accesso facile e immediato all’infrastruttura di ricarica. Hubject non gestisce in proprio alcuna stazione di ricarica, ma attraverso la rete di ricarica “intercharge” rende possibile lo scambio di dati sullo sfondo. Più di 240 Aziende in tutto il mondo utilizzano la piattaforma, inclusi Costruttori di veicoli elettrici, provider di energia, provider di servizi di mobilità e Società di telecomunicazioni

Hubject GmbHvolkswagen

Yuri Lo Latte • 18 Dicembre 2016


Previous Post

Next Post